Manifesto dell’economia circolare Made in Italy

environmental-protection-683437_1280

Dal Treno Verde di Legambiente alle istituzioni europee

Con il nuovo pacchetto sull’economia circolare l’Europa sta decidendo il futuro della gestione dei rifiuti e delle imprese per i prossimi decenni. Stiamo entrando infatti in una nuova era per il vecchio continente che può rappresentare una svolta epocale per l’ambiente, la salute dei cittadini e l’economia più in generale.

Questo sarà possibile grazie ai nuovi obiettivi di riprogettazione dei prodotti e di prevenzione, riuso e riciclo dei rifiuti per ridurre gradualmente il ricorso al recupero energetico, per archiviare lo smaltimento in discarica e per essere meno dipendenti dalle importazioni di materie prime.

L’Italia oggi sta vivendo un nuovo protagonismo in questo settore con numerose esperienze positive messe in campo da istituzioni, imprese e cittadini.

Non siamo più il paese dell’emergenza rifiuti ma possiamo contare sull’attività di tanti campioni dell’economia circolare Made in Italy che praticano già oggi quello che il nuovo pacchetto europeo prevede per i prossimi anni e decenni. Alla luce dei risultati già raggiunti nel nostro Paese, che in alcuni casi rappresentano un primato assoluto a livello continentale, vogliamo un quadro di norme molto ambizioso su un tema davvero decisivo per il futuro dell’Europa.

Noi Campioni dell’Economia circolare Made in Italy, siamo già pronti e chiediamo alle istituzioni europee di alzare il più possibile l’asticella del nuovo pacchetto sull’economia circolare.

Lo faremo il 24 aprile con una tappa speciale a Bruxelles insieme ai 100 Campioni dell’economia circolare incontrando il vicepresidente della Commissione UE, Jyrki Katainen e l’eurodeputata Simona Bonafè.

Sottoscrivi il manifesto

Sei un ente, un'azienda, un'istituzione, una start up? Firma il nostro manifesto