Quanto Torino sta andando verso una mobilità a zero emissioni

La mobilità emissioni zero non è solo né tanto l’auto elettrica, che anche a Torino non rappresenta neppure l’1% della mobilità automobilistica. Eppure gli spostamenti a piedi, in bicicletta o e-bike, con i mezzi pubblici a trazione elettrica, compresi i treni urbani, rappresentano già oggi il 40% degli spostamenti cittadini, sia quelli dei torinesi, che dei city users. Non è poco.

E’ questa, in estrema sintesi, la pagella “Mobilità zero emissioni” (MEZ) per la città di Torino. Il Treno Verde, anche per il capoluogo piemontese, ha analizzato il sistema di mobilità cittadino.

Vista così la mobilità sostenibile di Torino ha tutti i numeri per potersi sviluppare intensamente nei prossimi anni. Per questa ragione Legambiente chiede al Comune di darsi un traguardo ambizioso: “mobilità emissioni zero” entro il 2030 (come Milano e la altre città del mondo associate nel G40), anche approfittando di strumenti di “congestion charge” o di “pollution charge” o della LEZ (Low Emissioni Zone) già presenti nel capoluogo lombardo, come nelle altre grandi città del mondo.

Ma per raggiungere simili traguardi Torino non deve solo sviluppare la mobilità elettrica privata – tante auto elettriche, oltre le già presenti infrastrutture di ricarica sia nei garage e parcheggi in struttura, sia su suolo pubblico – ma deve sviluppare molto di più, e meglio, l’accessibilità urbana, con servizi di mobilità “non proprietaria“: trasporto pubblico elettrico, sharing mobility (già oggi in buona parte a zero emissioni),  piste ciclabili. Torino è indietro: appena il 27% degli spostamenti urbani a motore avvengono, infatti, con mezzi leggeri e condivisi. Troppo poco.

Il buon voto (3 stelle su 5) alla politiche è un investimento e una scommessa: l’area delimitata ai veicoli meno inquinanti, il nuovo PUMS – che speriamo coinvolga anche l’area metropolitana – e gli investimenti nel trasporto pubblico e nella sharing mobility ci fanno ben sperare.

La pagella Mobilità Zero Emissioni della città di Torino nel dettaglio.

ACCESSIBILITA’ ZERO EMISSIONI POLITICHE
(TPL + sharing + bici) (spostamenti elettrici, bici, piedi) (PUM, PUMS e altre) 3 su 5
27,00% 40,00%

🌟🌟🌟

abitanti 882523 Percorsi ciclabili (m/00ab) 5,25
reddito (€/ab) 23266 Piste ciclabili (km) 140,2
Superficie (km2) 130 NO2 (media µ gr/m3) 54
densità (ab/km2) 6788 O3 (giorni superamento) 41
isole pedonale (m2/ab) 0,53 PM 10 (media µ gr/m3) 41,9
verde (m2/ab) 22 incidenti (morti/0000 ab) 0,43

Ecosistema urbano 2018 (su dati 2017)

Modal share (% spostamenti nelle diverse modalità, 2013 Comune)

Auto Moto TPL Bici A piedi
43,00% 2,00% 23,00% 2,00% 29,00%
offerta mezzi di trasporto numero N/100 ab
autoveicoli 597551 68
motoveicoli 72855 8
TPL (*vetture/km/pro capite) 51960000 44*
car sharing 870 0,01
moto, scooter, E-Bike sharing 150 0
bike sharing 4200 0,1

Legambiente e Ecosistema Urbano 2018

Offerta mobilità elettrica (zero emissioni locali)

  Valore Elettrico sul totale
autobus ibridi ed elettrici (vetture/Km/anno) 300000 0,60%
filobus 0 0
tram (vetture/Km/anno) 5800000 11,00%
Metropolitane (passeggeri/anno) 41900000 14,00%
Treni urbani (passeggeri/anno) 17000000 6,00%
altro (vetture/km/anno) 0 0
car sharing 191 22,00%
mobility sharing leggera (scooter, ebike) 150 100,00%
auto elettriche private (full electric) 308 0,05%
moto e scooter elettrici 71 0,01%
punti ricarica (tipo 1) per moto e leggeri 4  
punti ricarica auto (comprese BlueTorino) 417

Elaborazione da: Ecosistema Urbano, ACI, UNRAE, ANCMA, EV-WAY

In rosso gli indicatori particolarmente negativi o preoccupanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *